domenica , 22 ottobre 2017
Home » news » Verdicchio di Matelica: meno 30%, ma buona qualità

Verdicchio di Matelica: meno 30%, ma buona qualità

Umberto Gagliardi, presidente dell’Associazione dei Produttori del Verdicchio di Matelica tra stime e previsioni vendemmiali

Perdite produttive, ma buona qualità. Si potrebbe riassumere così l’annata del Verdicchio di Matelica secondo Umberto Gagliardi, presidente dell’Associazione dei Produttori del Verdicchio di Matelica (13 produttori dell’Alta Vallesina per 350 ettari di questa varietà di Verdicchio). Nello specifico, stando alla previsioni di Gagliardi, si andrebbe incontro ad una perdita produttiva del 30%, compensata tuttavia dalla buona qualità delle uve. Un anno particolare per il Verdicchio di Matelica che, primo vino marchigiano ad aver conseguito la Doc e 14.ma Doc in Italia, festeggia i 50 anni della denominazione.

Foto da Ansa

“Le gelate tardive di aprile e l’estremo calore estivo hanno penalizzato la produzione – ha spiegato Gagliardi – Abbiamo dovuto anticipare la vendemmia anche di due-tre settimane rispetto al solito e avremo poco mosto. Le uve hanno buccia spessa, ma la salute delle piante è molto buona per cui è facile prevedere vini di qualità buona, forse anche più che buona. Dipenderà dalla loro evoluzione. E’ certo comunque non sarà un’annata di vini da invecchiare”.

Gagliardi ha illustrato i suoi pronostici sulla vendemmia del Verdicchio di Matelica in occasione della presentazione dei vini a Portopiccolo (Trieste), nell’ambito di “Salus per Vinum”, una serie di appuntamenti su territorio, tradizione e autenticità.

“L’Alta Vallesina – ha spiegato- si caraterizza dal clima continentale ed è unica nel suo genere perché non subisce influssi dal mare. Ha un terreno calcareo che determina gran parte della mineralità che è una delle caratteristiche più specifiche del Verdicchio di Matelica”. Un vino la cui produzione si aggira intorno ai 1,2 milioni di bottiglie all’anno di Doc e Docg, conseguita nel 2009. Il 60% del mercato é in Italia, il 40% all’estero, in particolare in Gran Bretagna, Germania e Stati Uniti.

Check Also

Vivai Viticoli Trentini a Sitevi 2017

L’azienda trentina è tra gli espositori italiani al Salone internazionale delle attrezzature e conoscenze per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *