mercoledì , 13 dicembre 2017
Home » Export » Il Mercato tedesco: in crescita e con nuovi trend

Il Mercato tedesco: in crescita e con nuovi trend

Il Mercato tedesco, uno dei più importanti d’Europa, si conferma in crescita nel 2017, ma al suo interno si affermano nuovi trend che stanno portando a repentini cambiamenti.

La Germania nei primi sette mesi del 2017 si conferma un mercato in crescita, con un aumento del 3,5% dei litri esportati, attestandosi a 3,2 milioni di ettolitri e nel valore con un più 4,1%, che equivale a circa 563 milioni di euro.

Questo paese, cruciale per le importazioni Italiane nel continente europeo, sta vedendo al suo interno notevoli cambiamenti. A guidare questi mutamenti è la fascia più giovane dei consumatori tra i 18 ed i 39 anni, che da soli rappresentano il 24% dei consumatori regolari di vino tedeschi.
In questa fascia d’età sono molto presenti le donne, che sono il 62% del totale: esse bevono vino una volta a settimana nel maggiore dei casi 37%, o dalle 2 alle 5 volte a settimana 30% , e se c’è anche un 29% che si concede un calice solo 1-3 volte al mese, c’è anche un 4% che beve vino tutti i giorni.
Tra i giovani, il consumo di vini rossi va per la maggiore 40%, seguito dai bianchi 37% e dal rosato 22%, che rappresenta una fetta importante dei consumi.

Al 59% degli under 40 piace sperimentare nuovi vini, il 34% preferisce invece acquistare vini che conosce e che rispondono ai propri gusti personali, mentre un 11% che guarda soprattutto al prezzo.
Questa fascia di consumatori, quando si tratta di vini esteri preferisce i vini di Francia, Italia, Spagna e Sudafrica, anche se, a livello di singole regioni, al top c’è Bordeaux, seguito dall’Assia Renana, la Borgogna, il Palatinato e la Mosella.
Per quanto riguarda invece le preferenze espresse in termini di vitigno troviamo fra i bianchi: Riesling, Chardonnay, Sauvingnon Blanc, Muller Thurgau e Pinot Grigio, tipici vitigni mitteleuropei, mentre fra i vini rossi troviamo in pole position il Merlot, davanti alla varietà tedesca Dornfelder, il Cabernet Sauvignon, il Pinot Nero e per ultimo il Syrah.

Check Also

“US Landscapes 2017”

Il nuovo report di Wine Intelligence che analizza le abitudini di consumo del mercato statunitense …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *