mercoledì , 24 gennaio 2018
Home » Export » Esportazioni vino italiano: il 2017 è l’anno record

Esportazioni vino italiano: il 2017 è l’anno record

Le stime di Coldiretti parlano di una crescita del 7% con un massimo storico di 6 miliardi di euro

Accolto il nuovo anno, è giunto il tempo per il vino italiano di fare bilanci sull’appena concluso 2017. Un anno decisamente positivo, che ha visto crescere le esportazioni del 7% con un massimo storico di 6 miliardi di euro. Un record assoluto. A segnalarlo uno studio della Coldiretti, che evidenzia al tempo stesso che la vendemmia 2017 è stata una fra le più precoci e scarse del dopoguerra, con un taglio della produzione del 26% rispetto allo scorso anno e un quarto di bottiglie in meno per il 2018.

Nondimeno -precisa la Coldiretti- l’Italia manterrà il primato mondiale tra i produttori (davanti alla Francia) con circa 40 milioni di ettolitri destinati per oltre il 40 per cento ai 332 vini a denominazione di origine controllata (Doc) e ai 73 vini a denominazione di origine controllata e garantita (Docg), il 30 per cento ai 118 vini a indicazione geografica tipica (Igt) e il restante 30 per cento a vini da tavola.

Secondo quanto rivelato dalla Coldiretti, le vendite all’estero nel 2017 hanno registrato rispetto all’anno precedente un incremento in valore del 6% negli Usa, che si confermano il principale importatore. Seguono gli Stati Unita la Germania, con un aumento del 3%, e il Regno Unito (8%) che, nonostante i negoziati sulla Brexit, resta sul podio dei principali clienti. In termini di aumento percentuale, la migliore performance è quella della Russia (+47%), dove il vino è uno dei pochi prodotti agroalimentari Made in Italy non colpiti dall’embargo. Buoni risultati anche per la Cina (+25%), dove la presenza italiana rimane limitata rispetto ai concorrenti francesi.

Check Also

Raffreddare con i chiller della Brenta Rent

Vantaggi del noleggio di frigoriferi industriali nel settore enologico Brenta Rent è una società di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *