mercoledì , 13 dicembre 2017
Home » Primopiano » 3 tipi di Centellino per una degustazione ad hoc

3 tipi di Centellino per una degustazione ad hoc

Un decanter monodose per ogni occasione.

Esistono 3 tipi di Centellino, il decanter Monodose della DNA Consulting: 1 per il vino, uno per vini dolci e rum, 1 per super alcolici. Claudio Faggi ce li illustra.
Per il vino che tipi di decanter avete previsto?
“Ne abbiamo previsti 3: da 100 ml, 125 ml e 150 ml; quest’ultimo è disponibile solo per il mercato australiano o su ordinazione”.
Ce n’è uno anche da 60 ml, vero?
“Si, ed è quello riservato ai vini dolci, o da meditazione, e i rum”.
In questo caso perchè usare Centellino?
“Centellino può essere immerso in acqua calda, e questo consente al rum di essere portato a una temperatura ideale per fargli sprigionare i profumi”.
Quello da 35 ml invece?
“Quello da 35 ml è per i super alcolici (grappe, limoncelli, amari, vodka)”.
Ma i super alcolici non necessitano di ossigenazione…
“È vero, ma spesso mi viene richiesto a livello professionale per dosarli in modo corretto”.
Perchè usare un decanter monodose?
“Per risparmiare tempo e migliorare l’operatività. Un decanter tradizionale necessita di 2-3 ore per far ossigenare l’intero contenuto di una bottiglia, Centellino è invece istantaneo”.
In che modo l’ossigenazione è diversa con Centellino?
“L’ossigenazione avviene per osmosi sulla superficie e con il decanter tradizionale solo la parte a contatto con l’aria ne beneficia. Centellino preleva una minima parte del liquido, durante la discesa di questo nella sua anfora brevettata il vino si distende sulle pareti e si ossigena completamente”.

3 different types of Centellino for a perfect tasting

A different monodose decanter for each occasion.

There are three types of Centellino, the monodose decanter invented by DNA Consulting: one for wine, one for sweet wines and rums, one for spirits. Claudio Faggi now speaks about them.
Which kind of decanter did you make for wine?
“We planned 3 different sizes for wine: 100 ml, 125 ml and 150 ml. The last one is available only for the Australian market and under request”.
There’s also one 60 ml size, right?
“Yes, but that’s for sweet, meditation wines and rums”.
Why using Centellino in this case?
“Centellino can be dipped in hot water, and doing this help the rum to reach the right temperature to make it spread its aromas”.
What about the 35 ml size?
“That size is for spirits (grappa, limoncello, amari, vodka)”.
But spirits don’t need oxygenation…
“It’s true, but often professionals ask for that size to pour the right quantity of spirit”.
Why using a monodose decanter?
“To save time and improve operation. A traditional decanter needs 2-3 hours to oxygenate an entire bottle, while Centellino can do it immediately”.
How does the oxygenation of Centellino differ from the ones of other decanter?
“Oxygenation usually happens through the osmosis of the surface of a liquid and with a traditional decanter only a part of the wine can oxygenate. Centellino takes only a small part of the liquid, and during its descent it spreads on the surface of the decanter amphora for a complete oxygenation”.

Tutto sull’azienda

Check Also

Gruppo Bertolaso a Expo Rive 2017

L’appuntamento biennale con la tecnologia dedicata alla viticoltura. Quando si tratta di innovazione e vino …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *